La mia esperienza 9

in questa area del sito

I  pazienti nel loro percorso terapeutico utilizzano la Terapia Neurosensoriale come acceleratore dei processi terapeutici. Qui di seguito alcune testimonianze della loro prima seduta.

Le testimonianze sono firmate con l'iniziale del nome e l'età al momento della stesura del testo.

A. 44

All’inizio non mi è piaciuto, mi sembrava di essere scossa dal terremoto, fastidioso, volevo scappare, è come se qualcuno volesse rompermi, scuotermi, darmi fastidio, ho pensato a mio marito e a mia figlia, al fastidio, irritazione, mi innervosiva come loro, e mi dicevo che io ho bisogno di calma, di rilassarmi non di farmi scuotere!!! Mi è anche venuto mal di testa, alla tempia sx. Poi sono stata travolta dalle onde, vibrazioni e mi cullavano e io mi sarei mossa a tempo, cullata a tempo, ballato, lo sentivo tanto nella pancia e nelle gambe, piacevole come un massaggio alle gambe e formicolii. Nella testa non le sentivo le vibrazioni, è come se la mia testa non si potesse scolpire, impossibile penetrarla. E allora mi chiedo se sono io il problema, come NON risolvo le mie paure e i miei problemi o meglio ho paura di lasciami andare a cambiamenti per paura di soffrire ancora di più. Durante la seduta mi è venuto mal di testa e ce l’ho tutt’ora. Ho solo voglia di serenità, tranquillità, pace e libertà. Grazie

M. 33

È stato un progressivo armonizzarsi “percepito” a livello cellulare, le tensioni iniziali a livello fisico si sono alleggerite notevolmente regalando una sensazione di grazia, neutralizzando e “ripulendo” lo stato emotivo e mentale fino a sentire un gradevole senso di vuoto. I pensieri si sono diradati quasi azzerandosi ed anche a distanza di minuti dal termine della terapia la sensazione e lo stato vibrazionale acquisito permangono piacevolmente.

G. 29

In relazione a quello che ho provato mi sento di raccontare una sensazione davvero singolare, a tratti inquietante. Il mio corpo era come anestetizzato e sentivo solo la testa pulsare, oltre a questa percezione il mio pensiero mi riconduceva sempre ad una battaglia medievale per poi sfociare, solo alla fine, in una sorta di meditazione all’interno di un grande tempio. Come ultima sensazione mi sono sentito trasportato sulle onde del mare.

T. 22

Inizialmente ho avuto un po’ di paura perché mi è sembrato di essere su una barca in mezzo alle onde, poi mi sono rilassato ed è stato piacevole. Quando le corde venivano arpeggiate tutte insieme mi infastidivano leggermente, mentre provavo un senso di pace e leggerezza quando rimaneva la vibrazione o quando veniva suonata una sola nota. Se nella fase inziale non ho sentito nessun distacco dalla normalità, al mio “risveglio” mi sono sentito intorpidito, specialmente le gambe, in particolar modo la sinistra.