In evidenza

LA BUONA MEDICINA E' DIVENTATA UN LIBRO

50 articoli per 50 interminabili giorni, un contributo utile in un periodo difficile e oltre. La buona medicina. Come difendersi dal Covid-19 e diventare migliori è una rubrica nata per offrire strumenti di sostegno nel tempo del lockdown e rispondere a preoccupazioni generate da una condizione inaspettata e minacciosa come quella di una pandemia. In questo libro quei temi continuano ad essere uno strumento utile al lettore per affrontare ogni giorno le diverse situazioni e stati d’animo che l’esistenza ci impone. Una guida di buone pratiche per la qualità della vita, per rafforzare il sistema immunitario, alla base del nostro benessere psicologico e della salute del nostro organismo. Per chi lo desidera uno strumento di lavoro quotidiano su di sé e per la propria migliore interazione con il mondo. Molti articoli sono stati pubblicati su diverse testate giornalistiche, altri sono inediti e alcuni sono un omaggio dell’autore alla sua città, Torino, in una lettura poetica e storica che cuce i temi trattati con intesa leggerezza e poesia. Al termine del libro 50 testimonianze tra le tante ricevute in quei giorni che contribuiscono ad un elogio alla vita.

 

Il libro può essere acquistato a Torino presso la LIBRERIA BARDOTTO in Via Giolitti 18. Oppure scrivendo a coordinatore@waltercomello.it o telefonando al numero 0118129758.

Precauzioni covid-19

Lo studio svolge attività di cura in sede e in remoto.
In ottemperanza alle normative e in ragione della necessaria autoresponsabilità, sono stati presi alcuni provvedimenti organizzativi nei confronti dei quali si raccomanda la giusta attenzione.
* Il giorno precedente all'appuntamento, il paziente sarà contattato telefonicamente dallo studio e gli sarà proposta la Scheda di accoglienza - Covid 19 che consiste in un breve questionario che attesti la mancanza di sintomatologie e valuti comportamenti pregressi. In caso di risposte affermative il paziente sarà invitato a svolgere la seduta del giorno successivo via skype. In caso di risposte negative l'appuntamento verrà confermato.

* Si richiede ai pazienti la massima puntualità. Non sarà consentito l’ingresso in studio prima dell’ora prevista per l’appuntamento.
* In studio potrà accedere esclusivamente il paziente prenotato. Solo in caso di minori sarà ammesso un accompagnatore.
* Non potrà essere utilizzato il guardaroba e in sala d'attesa potranno essere presenti solo due persone.

* Prima di accedere allo studio, al paziente sarà misurata la temperatura con termometro a infrarossi frontali senza contatto e sarà invitato a sanificarsi le mani con apposito gel. Per tutto il tempo di permanenza all’interno della strutturae verrà chiesto al paziente di indossare la mascherina monouso.

Dr.ssa Patrizia Castagnotti
(Coordinatore)

dallo studio - emergenza coronavirus

.

A distanza di qualche mese, dovendoci misurare ancora con il Covid-19, sollecitato da molte vostre richieste, riprendo a scrivervi dalle pagine de LA BUONA MEDICINA. L'intento torna ad essere quello di voler dare un contributo utile su alcuni aspetti di questo periodo difficile. Siamo come prima e più di prima invasi da una grande quantità di informazioni contraddittorie che generano, a livelli diversi, ansie e insicurezze. I toni di politici, media e scienziati si sono alzati a volte in modo imbarazzante. Rispetto al primo periodo in cui la gente cantava sui balconi, scriveva su striscioni il proprio senso di comunità e solidarietà e le bandiere sventolavano alle finestre, oggi il clima e l'umore generale sono profondamente diversi. La delusione per una vita che torna a livelli di sopravvivenza quando sembrava rifiorire, il ripetersi di restrizioni, isolamento sociale, rinunce a stili di vita diventati parametri loro stessi della qualità della vita generano sentimenti opposti, ma da gestire con cautela. Quella sorta di sindrome del Burnout sociale definito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità Pandemic fatigue, può portare da un lato stati di apatia e depressione e dall'altro aggressività e insofferenza. E se questa volta i tempi potrebbero essere più lunghi prima di pensare a tornare alla cosiddetta normalità, ancor più sono presenti le preoccupazioni in merito alla salute e in assenza di un protocollo di intervento, alla loro eventuale gestione. Mi auguro quindi che questo nostro rincontrarci su LA BUONA MEDICINA possa essere un contributo positivo.
                                                                                                                                                                              Dott. Walter Comello

 

LA SPERANZA
Il Primo Cavaliere

Pandora, malgrado la sua umana condizione o forse proprio per questa, venne meno alle disposizioni di Zeus che a lei aveva dato fiducia e in consegna un vaso contenente tutto ciò da cui gli uomini dovevano essere tutelati. Per curiosità e solo per quella, un giorno scoperchiò il vaso per scoprirne il contenuto, liberando così tutti i mali del mondo, tra questi gli spiriti maligni della vecchiaia, della gelosia, della malattia, della pazzia e del vizio. Pandora resasi conto del suo grave comportamento cercò di richiudere subito il vaso, ma sul fondo rimase soltanto la speranza che non aveva fatto in tempo ad allontanarsi. Dopo l’apertura del vaso il mondo era diventato un luogo desolato e inospitale simile ad un deserto, fintanto che Pandora lo aprì nuovamente per far uscire anche la speranza e fu allora che il mondo riprese a vivere. C'è da chiedersi perché Zeus avesse messo nel vaso la speranza tra i mali del mondo, quando fu poi proprio questa la medicina. Forse non si fidava completamente di Pandora, ma di qualcuno ci si deve pur fidare. Fu così che dandole in consegna il vaso inserì in fondo a questo anche il vaccino che ponesse rimedio ai mali del mondo, in previsione che Pandora, sedotta dalla curiosità, lo aprisse. Pandora fu la prima donna, resa stupenda da Afrodite, abile da Era, alla quale Apollo aveva insegnato la musica e Atena l’aveva vivificata. Anche Ermes aveva regalato qualcosa alla donna, la curiosità. Etimologicamente curiosità è la capacità di tener cura di qualcosa, il curarsi di e questo era l'intento di Ermes... leggi tutto l'articolo

 

Walter comello in breve

28 ANNI di libera professione
Esperienza ospedaliera in ambito CLINICO  
COMPETENZE derivate da una formazione psicologica, medica e multidisciplinare

Un approccio orientato alla persona con TECNICHE INTEGRATE
Autore e curatore di protocolli terapeutici in ambito MEDICO
Autore di un nuovo modello nell'uso dell'IPNOSI in psicoterapia
Ideatore della TERAPIA NEUROSENSORIALE
Terapie brevi con RISULTATI stabili e definitivi
Oltre 2000 PAZIENTI, storie straordinarie di successo terapeutico
Centinaia di CONFERENZE di divulgazione scientifica in città diverse
Oltre 250.000 presenze 
Ideatore e conduttore di SEMINARI e programmi di FORMAZIONE
Pubblicista da 13 anni di ARTICOLI sulle tematiche di riferimento
Autore di grandi eventi in ambito SOCIALE
Fondatore e ai vertici di diverse associazioni NO PROFIT
Collaboratore e per due anni premiato da UNICEF
Ideatore e curatore di DECINE di progetti per Enti e Associazioni
Visione ECOSISTEMICA delle problematiche e delle soluzioni
Grande viaggiatore ed ESPLORATORE dell'animo umano
Curriculum completo

.

PRIMA DI GUARIRE QUALCUNO

CHIEDIGLI SE E' DISPOSTO A RINUNCIARE ALLE COSE CHE LO HANNO FATTO AMMALARE

Ippocrate

richieste per primo colloquio

Ci scusiamo per non poter soddisfare in breve tempo molte delle richieste di terapia pervenute. La lista d'attesa è soggetta a criterio cronologico e alle oggettive emergenze in esame. Le richieste pervenute sono costantemente oggetto di attenzione e tutte saranno soddisfatte nel più breve tempo possibile. Fiduciosi della comprensione, scrivere a studio@waltercomello.it evidenziando specifiche esigenze o telefonare a 0118129758.

PRENDERSI CURA PER PRENDERE IN CURA

 

Ognuno di noi è un essere unico per genetica, per storia, per sensibilità, per il proprio modo di essere, di vivere e di ammalarsi. Per questa ragione uno stesso evento risulterà a qualcuno senza conseguenze e per altri origine di una malattia. Non è l'oggettività di un fatto che conta, bensì la soggettività che diventa trauma e poi malessere, patologia della mente e del corpo. E' necessario un approccio attento alla persona, dove prevale il suo nome al nome della diagnosi che la accompagna. Buchelard diceva che ognuno è il nome che porta con sè. Per guarire si deve tornare ad identificarsi con il proprio nome e cessare di essere la malattia. Il nome della diagnosi non serve, anzi è il primo problema da superare quando in questa ci si identifica. Serve un'attenta osservazione dei sintomi perchè questi sono la vera rappresentazione del problema.
Una voluta, variegata, formazione professionale e personale mi porta a pensare che quella DIFFICOLTA' DEL MOMENTO nella vita, vada affrontata in ragione di una specifica esigenza e questa debba corrispondere a strumenti capaci di essere scelti per quella persona e per quello specifico momento. Il grande cacciatore sa scegliere la freccia tra quelle, tutte diverse, che porta nella sua faretra. A decidere saranno il vento, la distanza, la presenza di ostacoli e la potenza del suo arco. La sua scelta e la sua mira determineranno il suo risultato. E poi sarà come scendere un vorticoso torrente con rapide e rocce da evitare, ma si remerà insieme su una stessa canoa. Io mi occuperò del timone e insieme sapremo superare le difficoltà e si arriverà alla meta.
Le porte della vita non si aprono con fatica ed azioni di forza, ma ricostruendo una chiave andata perduta. Il bisturi serve al chirurgo per un piccolo fondamentale gesto che salva un'esistenza dopo un attento esame dell'azione da intraprendere. Non serve molto tempo; il passato serve solo a capire il presente ed il futuro non c'è ancora. Non serve dedicare molto tempo a quel passato, è in questo tempo che va individuata la soluzione. Non seve giustificare se stessi con l'incapacità di altri, nè dare la colpa del proprio malessere a nessuno. Il senso di responsabilità rende migliori, la colpa àncora al passato ed è origine di sanzione e questa è sempre dolore e infelicità. E' necessario un processo terapeutico che sia capace di portare a conclusioni diverse il giudizio sulla propria vita. Un nuovo modo di pensare che, come diceva Albert Einstein, possa porre rimedio ai problemi creati da un precedente modo di pensare. Di qui la guarigione, della mente prima e poi del corpo. Nella sala d'aspetto del mio studio c'è una frase di William James, psicologo americano dei primi del Novecento che dice: La più grande scoperta della mia generazione è che l'uomo può cambiare la sua vita cambiando i propri atteggiamenti. Mio compito è accompagnare a guardare le cose, come direbbe Proust, con occhi nuovi e questo consentirà quel cambio di atteggiamento.

Sono solito pensare che chi entra nel mio studio per la prima volta abbia un problema, quando ne esce, da quel momento, noi abbiamo un problema... e insieme lo risolveremo. 

Le parole sono come semi che fanno germogliare una nuova condizione.

psicoterapia online

(Fotografie autorizzate)

Per favorire i pazienti provenienti da lontano o nella momentanea difficoltà logistica o fisica di accedere allo studio, le sedute potranno essere svolte online.

le testimonianze: sono i risultati che contano

Tra le tante informazioni presenti sul sito da non perdere le testimonianze pervenute dai pazienti che hanno svolto il percorso terapeutico.  I testi riportati sono pervenuti tramite email, sms, lettera. L'area del sito dedicata sarà periodicamente aggiornata.

Leggi gli ultimi contributi

 

 

 

   TESTIMONIANZE 14

  • Depressione, ansia ed emicrania, pernsavo di essere solare, lo sono diventata davvero
  • Buio, terapia breve, molto breve
  • Dolori vaginali, tornare a fare l'amore
  • Prostatite, psicoterapia un valido rimedio

  TESTIMONIANZE 13

  • Malessere, dallo scetticismo alla soluzione
  • Paura di morire, strada giusta
  • Endometriosi, a volte per non essere mamma
  • Emicrania, dopo una vita il sorriso è finalmente comparso sul mio viso
  • Anoressia, depressione, cistite, insicurezza ... F. sei stata davvero brava!
  • Una donna nuova che ha sconfitto i suoi demoni
  • Dopo 14 anni la sua testimonianza dagli Stati Uniti
  • Prostatite, rabbia e autostima
  •  Trauma cranico, testimonianza di un papà
  •  Preparazione al parto e ipnosi  

 TESTIMONIANZE 12

  • Evoluzione, c'è sempre tempo per cambiare
  • Essere madre di un hikikomori
  • Suicidio, dal buio alla luce
  • Cistite interstiziale, bruciore pelvico cronico
  • Asma o ansia?
  • Eroina, dopo 6 anni non fa più parte della mia vita
  • In un libro rifiorisce la vita 
  • Vittima di violenza domestica
  • Ansia, un ragazzo tornato ad essere padrone della propria vita
  • Ansia e attacchi di panico, un'altra persona in 4 mesi

 TESTIMONIANZE 11

  • Ansia e attacchi di panico, dalla diffidenza alla soluzione
  • Vertigini, il peccato dal quale fuggire 
  • Pedofilia e sclerosi multipla, ma ora la vita è meravigliosa
  • Ansia e insicurezza, da attore a regista, anche della propria vita
  • Abuso e inadeguatezza, un nuovo senso alla vita
  • Emicrania e crisi epilettiche, da una stanza al buio alla luce 
  • Ansia e molto di più, tanti anni di malessere guariti in un soffio
  • Le parole sono semi, la mente è terra ... e diventano un meraviglioso giardino
  • Anoressia, io e la mia malattia
  • Emicrania e ansia, tutto è diventato un ricordo

TESTIMONIANZE 10

  • Endometriosi e il sogno di diventare mamma
  • Schizofrenia, riprendere la vita nelle proprie mani
  • Rinascita da una vita insostenibile
  • Ansia e insicurezza. un percorso d'amore verso me stesso
  • Sessualità di coppia, un nuovo inizio
  • Ciò che comprendi, prendi con te, ha il potere di trasformarti 
  • Depressione: una metamorfosi, da bruco a farfalla
  • 9 anni fa sono guarita dall'endometriosi
  • Salve, io sono l'ansia!
  • Confusione, incubi ed emicrania: una chiave per vivere

 TESTIMONIANZE 9

  • Cara cistite, dopo il dolore pelvico cronico il mio fiume scorre limpido
  • Sono un medico di famiglia, tumore all'utero
  • Avevo 18 anni e non volevo anadre da uno strizza cervelli!
  • Libera di volare dopo delusioni affettive, intolleranze alimentari e sovrappeso
  • La colpa, tornare alla vita dopo 29 anni
  • Da foglia accartocciata a grande albero coperto di piccoli fiori rosa
  • Avevo paura, vergogna, ero pietrificata ... da quando avevo 11 anni
  • Ho ripreso in mano la mia vita dopo la cocaina e gli attacchi di panico
  • Un grave incidente in montagna, vivere non sopravvivere
  • Dopo 12 anni di emicrania di mio figlio, la luce è tornata nelle nostre vite

TESTIMONIANZE 8

  • Psichiatria: un'Odissea moderna raccontata dal papà di "Ulisse"
  • E vissero felici e contenti, il successo di una coppia 
  • Dall'endometriosi si guarisce
  • Intestino irriitabile e intolleranze alimentari
  • Da 10 anni soffrivo di controllo compulsivo
  • La depressione e due mesi dopo la rinascita
  • Una corazza mi separava dalla vita
  • Dal Conservatorio alla vita
  • Da diversi anni non stavo bene ... poi la soluzione
  • Otite, terapia antalgica in una seduta

TESTIMONIANZE 7

  • Strada facendo. L'impegno di una mamma contro il disagio
  • Rinascita a 360°
  • Emicrania da 8 a 43 anni
  • Dolore pelvico cronico: la guarigione dopo 26 anni rispettando la rimozione
  • Terapia antalgica per dolore osseo in ambito oncologico 
  • Una psicologa: come un cieco che torna a vedere dopo 20 anni di buio
  • Universita', superare un momento difficile per un futuro di soddisfazioni
  • Una vita che ammala
  • Depressione, psoriasi e disturbo alimentare
  • Guarire dalla depressione dopo 30 anni 

TESTIMONIANZE 6

  • Diventare capaci di credere in se stessi
  • La violenza di un marito, fratture del corpo e nell'anima
  • L'abuso di un padre, origine di depressione e dolore fisico
  • Ansia di un giovane uomo
  • Oncologia: terapia del dolore
  • Enuresi notturna, la testimonianza di una mamma
  • Un passato che spegneva il canto
  • Emicrania: tutta questa sofferenza durava da 30 anni!
  • Ansia, dolori articolari e spasmi notturni
  • 22 anni di lutto e le sue conseguenze

TESTIMONIANZE 5

  • Nevralgia al nervo pudendo
  • Fiera di chi sei e dell'uomo che diventerai
  • C'è sempre tempo per nascere ancora: depressione, alcol, solitudine affettiva e sclerosi multipla 
  • Il cubo di Rubik: insonnia e rapporti familiari apparentemente irrisolvibili
  • Da un oceano buio alla magia della luce
  • Autostima per realizzare la vita che desidero
  • L'entusiasmo del cuore: ansia e attacchi di panico
  • Terapia di coppia: fuori da un pozzo di solitudine
  • Emicrania per evento traumatico
  • Dalla sindrome ansioso-depressiva alla serenità

TESTIMONIANZE 4

  • Bulimia
  • Dalla fede alla psicoterapia
  • Superare il lutto
  • Ansia senile
  • Dal coma alla vita
  • 11° comandamento, non criticare te stesso
  • Superare il tradimento anche quando gli occhi non vogliono vedere
  • Emicrania: la testimonianza di un papà
  • Non disperare morbida piuma 

TESTIMONIANZE 3

  • Una persona nuova, libera da emicrania e psicofarmaci
  • Mia madre e mio fratello: un peso che si è dissolto
  • Cisti ovariche
  • Emicrania e labirintite
  • Dolori prostatici e urinari 
  • Ansia e angoscia
  • Tromboflebite emorroidaria
  • Ipnosi 12 anni dopo
  • Dipendenza
  • Depressione e psicofarmaci

TESTIMONIANZE 2

  • Emorragia cerebrale, recupero funzionale
  • 58 anni di emicrania, 2 mesi di terapia
  • Dislessia? Da ragazzo insicuro a uomo
  • Sindrome maniaco-depressiva
  • Agorafobia e cocaina
  • Ansia
  • Oncologia: stimolare il sistema immunologico
  • Colite cronica
  • Superare la separazione
  • Cambiamento profondo

TESTIMONIANZE 1

  • Incidente stradale e oltre
  • Libera dalla mia storia
  • La vita da una diversa angolazione
  • Claustrofobia
  • Esperienza di ipnosi
  • Superamento del lutto e psicofarmaci
  • Emicrania e parto
  • Steatosi epatica
  • Una mamma - endometriosi - psoriasi articolare - depressione
  • Sorelle e gemelle

 

"ambasciatori" di straordinarie soluzioni


Gli AMBASCIATORI sono ex pazienti che hanno dato disponibilità a testimoniare la loro esperienza di successo terapeutico. Questo avviene prendendo parte alle conferenze o nell'aiutare altri nel primo importante passo verso una soluzione e a credere in se stessi. Chi volesse confrontarsi con loro potrà farne richiesta scrivendo a coordinatore@waltercomello.it. indicando la specifica problematica di interesse. Il contatto potrà avvenire via email o telefonicamente.

In via di pubblicazione su questo sito le testimonianze registrate in questi anni nel corso delle conferenze "Ipnosi, la mente che cura".

terapia neurosensoriale - esperienze

I pazienti nel corso del loro percorso terapeutico possono utilizzare la Terapia Neurosensoriale come strumento importante e acceleratore del percorso terapeutico. Per saperne di più.

Nell'area del sito dedicata le testimonianze al termine della prima seduta.
Le esperienze sono firmate con l'iniziale del nome e l'età al momento della stesura del testo.
Leggi gli ultimi contributi
 

IL POSTO DELLE PAROLE : IPNOSI

 

Intervista al Dr. Walter Comello sull'ipnositerapia
per la storica trasmissione culturale
“Il posto delle Parole” di Radio RTS 
 
del giornalista Livio Partiti

Intervista parte I

Intervista parte II

Ipnosi: la mente che cura - i risultati del mio lavoro

Ogni anno nel mese di ottobre riprende il ciclo di conferenze in città diverse.
L'appuntamento ha cadenza annuale ed è un'occasione unica per ascoltare il Dottor Walter Comello che parla dell'ipnosi nella sua personale applicazione; un protocollo messo a punto nel corso di anni di esperienza professionale e divenuto uno straordinario strumento terapeutico. I risultati sono ciò che conta; un lavoro fatto di un'assoluta attenzione alla singola persona e situazione su cui viene modellato uno strumento scientifico riconosciuto e capace di concrete soluzioni. Il lavoro svolto con pazienti provenienti da tutta Italia e dall'estero è ragione di una sempre più diffusa comunicazione del nostro lavoro. In questi appuntamenti vengono presentati documenti filmati certificati, ma il valore fondamentale della conferenza è soprattutto determinato dalla presenza di ex pazienti che portano l'entusiasmo e la testimonianza delle loro storie di successo terapeutico. La loro presenza è il riconoscimento al proprio percorso, ma anche nei confronti di chi, mesi prima seduto in quella stessa platea, era stato capace di trasmettere loro fiducia. Il dolore, la sofferenza di anni inizierà a trovare speranza da quella serata dove il Dottor Comello e i suoi pazienti saranno "ambasciatori" di una straordinaria soluzione.

 Dott.ssa Patrizia Castagnotti - coordinatore
 

Agenda conferenze 2020 in programmazione
L'attività è al momento sospesa

IL VIAGGIO DELL'EROE, epica ed ipnosi in psicoterapia

Dall'opera originaria dell'antropologo Joseph Campbell “I mille volti dell’eroe” e poi dallo sceneggiatore statunitense Christopher Vogler, il testo è diventato riferimento per registi hollywoodiani come Spielberg e Lucas per scrivere la sceneggiatura dei loro film. Altrettanto successo ha avuto presso la cultura psicanalitica americana del'900 per le sue valenze archetipiche e in quanto strumento terapeutico nel percorso del paziente. Da qui una personale rivisitazione con l’utilizzo della comunicazione ipnotica ericksoniana e uno speciale setting terapeutico, un percorso narrativo che conduce il singolo paziente o il gruppo attraverso un’esperienza personale coinvolgente, attiva e intensa di emozioni. L’eroe è colui che muove la storia, compie il viaggio, fisico e mentale e il partecipante diventa protagonista della propria storia più di quanto non si aspetti. Eroe non si nasce, ma la vita costringe a diventarlo. L’eroe è una persona qualunque che obbligato da una necessità è chiamato, costretto, ad un’impresa. Il suo viaggio fatto di difficoltà, paure, insicurezze è la metafora della vita di ognuno e solo il coraggio e la necessità lo renderanno capace di superare le tante prove. Nel viaggio diventerà altro e passerà da un mondo ordinario ad un mondo straordinario, quello del suo cambiamento. Il paziente dopo una prima fase del percorso terapeutico verrà dotato di mascherina e audio cuffie e sarà ispiratore della sua personale sceneggiatura. Lo psicoterapeuta, definita la storia con le opportune metafore, sceglierà suoni e musiche che costituiranno la coinvolgente colonna sonora. L’ipnosi con una particolare suggestione narrativa condurrà ad una straordinaria esperienza. Prima del “viaggio” il paziente sarà invitato a scegliere la propria “impresa”, l'obiettivo terapeutico, un aspetto importante su cui focalizzare la propria attenzione ai fini di un significativo cambiamento. I miti sono qualcosa di cui si ha bisogno, momenti chiave di passaggio da uno stadio della vita al successivo, racconti che segnano la strada.
Presentato alla terza edizione del Festival della Psicologia, organizzato dall'Ordine degli Psicologi del Piemonte a Torino il 3 aprile 2017 

Il Viaggio dell'Eroe è anche un fomat presentato con successo contestualizzato in luoghi specifici e suggestivi in ragione delle differenti storie. 
Vedi specifica pagina.

Amazonas 2008

A sostegno dell'Amazzonia, del suo straordinario ecosistema, nel ricordo di un viaggio e di incontri indimenticabili.

L’odore del muschio ti entra dentro e te lo ricorderai per sempre. La foresta amazzonica, in cui per un tempo sei stato in grembo, materializza il senso di una terra madre e per sempre un senso di appartenenza all’ecosistema del mondo naturale. La terra e l’acqua diventano un unico indistinguibile elemento, che modifica le percezioni, il tuo vivere, la tua identità. Non c’è ne volontà, ne scelta, è una condizione che curva, piega, ti modifica, passo dopo passo, nel fango, nell’acqua, sui grandi tronchi di piante cadute e che ostacolano continuamente il faticoso, affascinante cammino...... CONTINUA

IN EDICOLA su IL PIEMONTE MAGAZINE

Nell'anno dedicato a Leonardo da Vinci un autoritratto inedito, come sul lettino dello psicanalista, con un'assoluta attendibilità storica.

Su IL PIEMONTE, il magazine in edicola dal 16 aprile

un nuovo protocollo per la terapia del dolore

 Nel corso di questi anni ci siamo occupati spesso di terapia del dolore. Abbiamo ottimizzato sempre più interventi dove l'ipnosi è integrata con strumenti che ne rendono ancora più efficace e rapido il conseguimento dei risultati.
Abbiamo presentato una parte di questo lavoro, i risultati e il modello di intervento al SIUD 41° Congresso Nazionale di Urodinamica (Varese, giugno 2017), ESSIC Congresso Internazionale di Budapest organizzato dall'Hungarian Accademy of Science (Budapest, settembre 2017), AISD 41° Congresso Nazionale Associazione Italiana per lo Studio del Dolore (Roma, giugno 2018), IPNOSI: Stato dell’arte e paradigmi di intervento in psicologia, giornata di divulgazione e formazione rivolta a medici e psicologi  (Torino, settembre 2018), XII Congresso Nazionale SII – Società Italiana Ipnosi (Bologna, ottobre 2018), 12° Corso di Urologia Funzionale (Torino, novembre 2018).

essic congresso internazionale - budapest

ACCADEMIA DELLE SCIENZE  - INTRODUZIONE DELL'INTERVENTO
AL CONGRESSO

... I'm a psycologist and in my paper I present a different prospective on cronic pelvin pain. In my work I use Hypnoterapy with a specific protocol.
There is a myself within me that is much more myself than I am
Saint Augustine

Most people don't realise that they have an unknown world inside that can make them sick and consequently heal them...

Ore 7.30 Walk therapy

Ogni giorno i pazienti che scelgono le prime ore del mattino per la loro seduta di psicoterapia prenderanno parte ad uno speciale programma. La seduta prevista con il Dott. Comello si svolgerà allo spuntar del sole lungo le rive del fiume Po con partenza dallo studio e si concluderà con il rituale caffè. Un modo diverso, ma non meno efficace, di confronto per coloro che sono in una fase evoluta del loro "Percorso Terapeutico".

"notte bianca" in studio

Per soddisfare le tante richieste pervenute, OGNI LUNEDI' verrà organizzata una NOTTE BIANCA dello studio. In quella circostanza gli psicologi dello staff saranno presenti in sede con il Dottor Walter Comello  per le attività di supporto, per le attività testistiche e le Terapie Neurosensoriali. Per la particolare occasione, per  gli accompagnatori, previa prenotazione e a seconda della disponibilità, sarà possibile effettuare una prova gratuita del PIANO ARMONICO utilizzato nelle Terapie Neurosensoriali. Ultimo appuntamento prenotabile ore 23,00

Psicoterapie per autori e vittime di reato

Occuparsi di argomenti così delicati necessita di non avere preconcetti, di lasciare ad altri la funzione del giudizio e di riconoscere nel male caratteristiche evolutive che l'hanno determinato e per questo modificabili. E' necessario conoscere le oscure dinamiche dell'animo umano di chi agisce per curare le vittime; è necessario conoscere il dolore, il danno e a volte il senso di colpa delle vittime per curare chi agisce.
Una società che sente il bisogno di riconoscere la patologia ove non sussiste per prendere le distanze dal male e sentirsi diversa, non può poi sanzionare la patologia ove esistente pensando di curarla. Le colpe si sanzionano e le patologie si curano. Poi vi è differenza tra colpa e responsabilità e queste seconde sono condizione necessaria alla cura di chi agisce. A volte il male appare inspiegabile, inaccettabile. A volte deve essere inaccettabile, perché i nostri valori non siano ulteriormente compromessi da ciò che è avvenuto, ma il male nella sua espressione va sempre compreso. Comprendere non è mai giustificare; comprendere significa portare con sé, dentro di sé e questo modifica. cura. La terapia, con il supporto dell'ipnosi, potrà dare importanti risultati. Non saranno facili retoriche a curare. Il perdono non esiste! Esiste il tempo che, con un adeguato contributo, saprà rimarginare le ferite consentendo alle cicatrici di non invalidare l'esistenza e tornare a vivere.

 Consultare l'area dedicata del sito.

incubatore di competenze - selezione 2020

Sono aperte le candidature per STAGE PROFESSIONALI per laureati in Psicologia.
Sono aperte le candidature per PSICOLOGI e PSICOTERAPEUTI per collaborazioni e nuovi sviluppi.
Per le posizioni richieste inviare curriculum a coordinatore@waltercomello.it

intervista TG RAI

 

E' in preparazione il montaggio della video intervista sul tema del dolore andata in onda nel Settimanale del TG RAI.

Sarà visibile su YouTube e su questo sito.

richiedi invio email a info@psychecentrostudi.it


PSICOSCOPIA, un'attenta osservazione dell'animo umano

Il programma degli incontri verrà comunicato via email e pubblicato su questo sito.

ARTICOLI PUBBLICATI

L'area del sito dedicata è periodicamente aggiornata

Leggi gli ultimi contributi

  • Il vantaggio della mascherina
  • La rabbia? Deve ancora arrivare
  • La prima volta
  • Il coraggio e il drago
  • Il mio metodo
  • L'invidia te la devi meritare
  • La paura, un ologramma nel cielo
  • La profezia
  • Il cielo sopra e dentro
  • Saggezza in vigna
  • Liberi tutti
  • Sorrydere
  • Elefante-19
  • Lettera da Sarajevo
  • Flap Flap Flap
  • Memorie di un tavolo di legno
  • Wowo di cioccolato
  • La coda di Paolino
  • L'abbraccio della morte
  • Staremo insieme per sempre: click
  • Il cane, il gatto e il cuore
  • Neil
  • La formica e l'elefante
  • Specchio maligno
  • Il sonno dei giusti
  • Il manuale
  • Il capitano
  • Le parole
  • La Corona delle Delizie
  • Diagnosi?
  • Addiction, libertà e piacere
  • Il pianeta dei bambini
  • Autoattentato
  • L’ombra
  • La paura, signora e padrona
  • La prima volta, l’ultima volta
  • Il cibo e l’insostenibile sensazione del vuoto
  • Se fossi sindaco
  • L’opportunità della luce
  • Effetti di una nuova terra
  • Alle donne che amano
  • La natura umana
  • Explovers: le regole dell’amore
  • Il bene deve fare rumore
  • Sacramente
  • Il peccato meno peccato
  • Al riparo da una pioggia di parole
  • Invece di maledire il buio
  • Angeli e demoni
  • Il meglio che verrà
  • Torino smart future
  • Mangia le tue idee
  • Eroi ed alchimisti
  • Per fortuna c’è il food ... ed è green
  • Tullio regge e il dono del sacro. Incontro con Tullio Regge
  • Nobel alla vita. Incontro con Rita Levi Montalcini
  • Ambasciatore della cultura della pace. Incontro con Giuseppe Maggi
  • La fermezza dell’azione. Incontro con Raffaele Guariniello
  • La poesia del sorriso. Incontro con Claudia Sella
  • Un magnifico incontro. Incontro con Ezio Pelizzetti
  • Passione in abito blu. Incontro con Francesco De Sanctis
  • La croce e la spada. Incontro con Alessandro Antonielli D’Oulx
  • Progettare il futuro ... al di là delle Colonne d’Ercole. Incontro con Francesco Profumo
  • Socially Correct. Incontro con Suor Giuliana
  • Elsa “The lionesse”. Incontro con Elsa Fornero
  • Scintille di energia. Incontro con Giuseppe Scielzo
  • Scientificamente e segretamente vero. Incontro con Luigi La Sala
  • Dopo altre mille battaglie. Incontro con Flaviano Godio
  • Oltre lo sport. Incontro con Riccardo D’Elicio
  • D’arte e di scienza. Incontro con Giovanni Ferrero
  • L’orchestra di Dio. Incontro con Giuseppe Savazzi
  • L’uomo delle stelle. Incontro con Piero Bianucci
  • Piano B, mobilitarsi per salvare la civiltà. Incontro con Lester Brown
  • I lati oscuri dell’animo umano
  • Massoneria e Unità d’Italia, la storia e il presente
  • Esorcismi a colori
  • Lady golf
  • Ragazzi alla ricerca di buoni modelli
  • Bambini in green
  • La memoria delle cose
  • Il tempo dissipa nello splendido etere la solida angolarità dei fatti
  • Magnetismo e ipnosi
  • Rosa e la belva
  • Il buio oltre la finestra
  • I crimini, come gli uomini sono sempre gli stessi
  • La bambola da ricomporre
  • Basic instinct
  • I tram senza porte
  • Voglia di psicologia
  • Casanova, Messalina e gli altri
  • Tutti pazzi per Marriage
  • Distacchi
  • Molestie e mobbing quotidiani
  • Il vento e il leone
  • Biopsicochimica olimpica, un appuntamento da non perdere
  • La città delle farfalle, fascinosa metamorfosi
  • Peak performance, geografia da campione
  • Olympic wind
  • Il senso del viaggio dal corpo alla metafora
  • Sapere e gustare
  • Causa granata
  • Sensuale mistero
  • Dentro e sotto l’albero
  • Sogni e favole in viaggio